.
Annunci online

  masaccio R/esistenza attiva nella pianura veneta
 
Diario
 


Endorso anca mi:



Disarmo unilaterale





Io sostengo

Rassegna stampa




Rassegna quotidiana (Camera dei Deputati)


L'amore è una motoslitta che corre all'impazzata nella tundra, poi improvvisamente fa una capriola e si ribalta bloccandoti sotto.
Di notte arrivano i lupi.

[Matt Groening]

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Disclaimer paraculo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.
L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a poderpopular[at]virgilio.it e saranno rimosse al più presto.


5 maggio 2005

Mettiamo...

Mettiamo che ci sia una città di provincia. Piccola ma ricca di tradizioni culturali e, da qualche tempo, di pecunia.
Mettiamo che ci sia un attore, uno bravo, che viva in questa città più o meno da sempre e che parli di lei (e di tante altre cose) come nessun altro al mondo.
Mettiamo che a questo attore venga consegnato, il 1 maggio scorso, un importante premio, intitolato al patrono della città, per aver "onorato" la città "dando espressione alla pluralità di sentimenti che appartengono a questa città con un teatro ironico e con un profondo impegno civile nell'affrontare i temi più rilevanti della società".
Mettiamo che in quest'occasione l'attore dica ai suoi concittadini: «Vorrei che non vi sentiste soli perchè il teatro che faccio, chiamato civile ma potrei definirlo politico secondo l'accezione greca polis (cioè città), rende l'idea di una città che si estende al Paese e che non si rinchiude entro le proprie mura per paura. Le porte devono restare aperte, anche se le mura sono ben visibili per chi viene da fuori».
Mettiamo che l'attore sia in palese contrasto politico con l'amministrazione che governa la città da parecchi anni.
Mettiamo che alla cerimonia di consegna del premio sia presente un assessore (non so come si declini al femminile, comunque trattasi di una donna), la quale chieda pubblicamente all'attore la sua disponibilità a mettere in scena uno spettacolo a basso costo in città.

Cosa ci potrebbe essere di più normale, in una città normale?

Ma se la città si chiama Treviso, l'attore Marco Paolini, l'amministrazione è leghista e l'assessore è Letizia Ortica (Forza Italia, una tassa che la Lega trevigiana ha dovuto pagare all'accordo nazionale), succede che il giorno dopo è tutto un affannarsi a smentire l'assessore, a dire che non rappresenta nessuno, e che non c'è alcun motivo di far mettere in scena uno spettacolo a uno "che parla male dell'amministrazione" (sic).




permalink | inviato da il 5/5/2005 alle 11:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia            ottobre
 

 rubriche

Diario
Radici (nel senso di quello rosso)
Teatrino
Conventicola
Briciole
Mondo

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Macchianera
Wittgenstein
Freddy Nietzsche
Sasaki Fujika
Spad
Mauro Biani
Carletto Darwin
Haramlik
Naufraghi a Galenzana
Guerilla Radio
Komsense
Soviet
WebRebelde
Reporters
Peacelink
Riccardo Orioles
La Brigata Lolli
Terrorpilots
Le suole delle scarpe
OneMoreBlog

Blog letto 79210 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom