.
Annunci online

  masaccio R/esistenza attiva nella pianura veneta
 
Diario
 


Endorso anca mi:



Disarmo unilaterale





Io sostengo

Rassegna stampa




Rassegna quotidiana (Camera dei Deputati)


L'amore è una motoslitta che corre all'impazzata nella tundra, poi improvvisamente fa una capriola e si ribalta bloccandoti sotto.
Di notte arrivano i lupi.

[Matt Groening]

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Disclaimer paraculo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001.
L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a poderpopular[at]virgilio.it e saranno rimosse al più presto.


28 gennaio 2009

Messaggio in bottiglia (di quelle verde scuro, da vino buono, di casa)

Lotti contro la tua superficialità, la tua faciloneria, per cercare di accostarti alla gente senza aspettative illusorie, senza un carico eccessivo di pregiudizi, di speranze e di arroganza, nel modo meno simile a quello di un carro armato, senza cannoni, mitragliatrici e corazze d'acciaio spesse quindici centimetri; offri alla gente il tuo volto più bonario, camminando in punta di piedi invece di sconvolgere il terreno con i cingoli, e l'affronti con larghezza di vedute, da pari a pari, da uomo a uomo, come si diceva una volta, e tuttavia non manchi mai di capirla male. Tanto varrebbe avere il cervello di un carro armato. La capisci male prima d'incontrarla; la capisci male mentre sei con lei; e poi vai a casa, parli con qualcun altro dell'incontro, e scopri ancora una volta di aver travisato. Poichè la stessa cosa capita, in genere, anche ai tuoi interlocutori, tutta la faccenda è, veramente, una colossale illusione priva di fondamento, una sbalorditiva commedia degli equivoci. Eppure, come dobbiamo regolarci con questa storia, questa storia così importante, la storia degli altri, che si rivela priva del significato che secondo noi dovrebbe avere e che assume invece un significato grottesco, tanto siamo male attrezzati per discernere l'intimo lavorio e gli scopi invisibili degli altri? Devono, tutti, andarsene e chiudere la porta e vivere isolati come fanno gli scrittori solitari, in una cella insonorizzata, creando i loro personaggi con le parole e poi suggerendo che questi personaggi di parole siano più vicini alla realtà delle persone vere che ogni giorno noi mutiliamo con la nostra ignoranza? Rimane il fatto che, in ogni modo, capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Forse la cosa migliore sarebbe dimenticare di aver ragione o torto sulla gente e godersi semplicemente la gita. Ma se ci riuscite...Beh, siete fortunati.




permalink | inviato da masaccio il 28/1/2009 alle 0:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     giugno       
 

 rubriche

Diario
Radici (nel senso di quello rosso)
Teatrino
Conventicola
Briciole
Mondo

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Macchianera
Wittgenstein
Freddy Nietzsche
Sasaki Fujika
Spad
Mauro Biani
Carletto Darwin
Haramlik
Naufraghi a Galenzana
Guerilla Radio
Komsense
Soviet
WebRebelde
Reporters
Peacelink
Riccardo Orioles
La Brigata Lolli
Terrorpilots
Le suole delle scarpe
OneMoreBlog

Blog letto 63034 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom